CONTRABBASSO

Programma e descrizione del LaboratorioContrabasso insegnate David Medina

Programma accademico in 5 annualità di tipo accademico

1a annualità – programma di studio:

Studio delle posizioni sul contrabbasso con l’ utilizzo del Metodo Simandl vol.1 e del Primo corso teorico pratico di Billè.
Scale e arpeggi in tutte le tonalità maggiori e minori.
Triadi e accordi di settima, scale modali e arpeggi sui gradi della scala maggiore.
Scala blues.
La mano destra: tecnica dell’ arco e del pizzicato.
Costruzione delle walking bass lines: approccio scalare, cordale e cromatico.
Analisi di linee di basso di importanti autori come: Jimmy Blanton, Oscar Pettiford, Ray Brown, Sam Jones, Ron Carter e altri.
Concezione ritmica nel jazz: lo swing, accompagnamento in due e in quattro.
Il repertorio nel jazz: IL BLUES e IL RHYTHM CHANGES, la forma SONG.
Studio e analisi di 15 composizioni di celebri autori.
Studi di repertorio classico: tratti dai 30 Etudes di Simandl dal N° 1 al N° 15 con base musicale, e dalla raccolta di brani di basso barocco.
Altri eventuali brani scelti dal docente.
Studio dei brani per big band raccolti nel volume “Sittin in with a big band vol.1” e da vari volumi della serie play a long di Hal Leonard.

2a annualità – programma di studio:

Studio delle posizioni: transizione tra posizioni sul manico e capotasto.
Continuazione del metodo Simandl vol. 1.
I modi della scala minore melodica e minore armonica. Studio degli accordi costruiti sui gradi delle scale minori. Scale pentatoniche e scale esatonali, scale diminuite semitono tono e tono semitono.
Le scale bebop maggiori, minori settima e settima di dominante e loro applicazione sulle progressioni più utilizzate nelle jazz songs.
Costruzione degli assoli: variazione melodica del tema, approccio lineare all’ improvvisazione con l’ utilizzo del metodo “Playing the changes” di Paul del Nero. Teoria e tecnica delle Outlines e loro applicazione sulle progressioni armoniche di standards jazz.
Costruzione di walkin bass lines più complesse e linee di basso su ritmiche bossa nova, latin jazz, calypso.
Studi di repertorio classico: tratti dai 30 Etudes di Simandl dal N° 16 al N° 30 con base musicale e dai 110 Studies For String Bass dello Sturm. Altri eventuali brani scelti dal docente.
Studio dei brani per big band raccolti nel volume “Sittin in with a big band vol.2” e da vari volumi della serie play a long di Hal Leonard.
Analisi ed esecuzione di linee di basso di importanti autori come: Ron Carter, Ray Brown, Scott La Faro, Charles Mingus, Art Davis, Paul Chambers ed altri.
Analisi e lettura di assoli di importanti bassisti della tradizione jazz e di altri strumentisti (pianisti, trombettisti ecc…).

3a annualità – programma di studio:

Tecnica del capotasto: impostazione della mano, esercizi di transizione tra posizioni sul manico e capotasto.
Studio delle posizioni cromatica, semicromatica e diatonica e loro applicazione sulle scale maggiori. Alcuni dei metodi utilizzati sono: “Evolvin Upward” di Rufus Reid e simplified higher technique for double bass di Franco Petracchi.
Tecnica: Basic exercises, arpeggi su accordi di settima e nona, cellule melodiche e patterns sulla scala minore melodica e i suoi modi, cellule melodiche e patterns sulle scale diminuite, esatonali e pentatoniche, esercizi sulle quarte.
Scale superlocrie.
Costruzione degli assoli: Analisi e studio degli outlines sulle progressioni II-V-I maggiori e minori.
Studio delle tecniche di variazione melodica degli outline.
Studi di repertorio classico: tratti dai 110 Studies dello Sturm e dalle sonate per violoncello solo di bach. Altri eventuali brani scelti dal docente.
Studio dei brani per big band raccolti nei vari volumi della serie big band play a long di Hal Leonard.
Concezione ritmica nel jazz: le contaminazioni derivate dalla musica rhythm and blues, soul e rock, la fusion.
L’ Even Eight e lo stile ECM. Analisi e studio di accompagnamenti e linee di basso di importanti bassisti tra cui Gary Peacock, Charlie Haden, Miroslav Vitous, Dave Holland,Gorge Mraz.
Repertorio: analisi e studio di 15 standards ed originals.
Lettura estemporanea di brani tratti da “ Exercise and Etudes For the Jazz Instrumentalist” di J.J.Johnson ed altri eventuali metodi proposti dal docente.
Repertorio: analisi e studio di 15 composizioni standards ed originali.
Verranno utilizzati esercizi e trascrizioni tratte dai seguenti metodi:
John Goldsby – The Jazz Bass Book
Tood Coleman – The Bass Tradition
Jim Stinnett – Creating Jazz Bass Lines
Oscar Pettiford – The music of Oscar Pettiford
Ray Brown – Bass method
The Michael Moore Bass method
Rufus Reid – The Evolving Bassist
Ron Carter – bass lines
Paul Chambers – The music of Paul Chambers
Walkin in the footstep of Sam Jones
Walkin in the footstep of Dough Watkins
Scott La Faro – 15 solo transcription from the Bill Evans Trio recordings “Sunday at the Village Vanguard”
Jazz patterns in the stile of John Coltrane
Hal Crook – How To Improvise

CALENDARIO E ORARI

  • lunedì

INSEGNANTI

David Medina